Risorse per ricominciare, ripartire, rinnovarsi

Si ricomincia! Settembre definisce un nuovo inizio.
Abbandonati il mare o la montagna è il momento di rimettersi al lavoro, di ricominciare la propria attività e di pensare a come rinnovarla. 

Se durante l’estate abbiamo dato priorità al relax e al divertimento adesso abbiamo bisogno di concentrazione, di stimoli e di un po’ di tempo per riflettere su quale direzione dare al nostro lavoro e su come migliorarlo. 

Un libro: “Felice e Freelance”

Ultimamente ho letto “Felice e freelance. Manuale di sopravvivenza fuori dal posto fisso” scritto da Sara Pupillo. 

Siamo tutte d’accordo che essere una freelance presenta tante incognite ma anche tanti aspetti positivi: ogni tanto, però, è necessario ripensare a sé stesse e alla propria attività. 

Ho iniziato questo nuovo anno lavorativo leggendo questo libro e te lo consiglio perché ci sono spunti, riflessioni, consigli ed esperienze di altre professioniste che, per motivi differenti, hanno deciso di intraprendere la libera professione. 

Un podcast: Work Better 

Uno degli aspetti più complicato nella vita di una freelance riguarda la gestione del proprio tempo lavorativo. Da un po’ di tempo ho scoperto il podcast “Work Better” di Chiara Battaglioni, professional organizer. Aiuta, cioè, i liberi professionisti a gestire meglio il proprio tempo lavorativo, i propri spazi e, in conclusione, le proprie energie. 

Devo ammettere di non essere molto costante nell’ascolto del podcast, però trovo molto utili le informazioni, i consigli e le risorse che suggerisce in ogni puntata.

Quindi, se tra i tuoi propositi c’è anche quello di migliorare la tua efficienza e di ottimizzare il tuo tempo lavorativo, ti consiglio di seguirla.   

Un’opportunità: smart working 

Quasi per caso mi sono imbattuta in un post intitolato “I paesi che offrono un visto per lavorare da remoto”.
Leggendolo, ho scoperto che sono sempre di più i paesi che offrono visti lavorativi temporanei per coloro che vengono definiti ‘nomadi digitali’. Si tratta di  persone straniere che possono lavorare ovunque da remoto, e che per farlo hanno bisogno di un computer e di una connessione efficiente. 

Forse dal punto di vista del ricominciare e del rinnovarsi una scelta del genere potrebbe essere un azzardo o potrebbe, semplicemente, essere irrealizzabile. Però considerato che lo smart working andrà avanti ancora per molto e che ancora per molto dovremo seguire misure di sicurezza abbastanza rigide, per qualcuna potrebbe essere interessante spostare per un tempo determinato il proprio domicilio e approfittare di questa situazione per fare un’esperienza nuova in una nazione straniera.

Un consiglio: investi in promozione

L’agenda e il progetto “Ddays, un anno da donne” stanno prendendo forma e sono quasi concluse le selezioni delle freelance che ne faranno parte. È un modo per promuoversi in maniera originale ed entrare in contatto con altre freelance.

Non farti sfuggire l’opportunità di promuoverti e di essere una delle protagoniste del 2021. Entra a far parte di questo progetto, compila il form e invia la tua candidatura.
Insieme siamo più forti!
Alla prossima!

Precedente

Successivo

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares