Perché acquistare un’agenda cartacea? I miei 5 buoni motivi

Il momento clou si avvicina. L’agenda 2021 “Ddays, un anno da donne” sta prendendo forma e tra non molto sarà pronta. 

È un lavoro di gruppo, si vede e si sente. Gli stimoli, le riflessioni e, anche in alcuni casi, i dubbi sono tanti.  

Un’agenda cartacea ha ancora senso?

Ogni tanto c’è chi mi chiede se ha ancora senso impegnarsi nella realizzazione di un’agenda. La mia risposta è sì! 

Non c’è niente che può pareggiare il fascino, l’utilità e le caratteristiche di un’agenda cartacea. Non si tratta solo di affetto per un oggetto che ha segnato e accompagnato la vita di molte di noi. C’è molto di più.

Niente alimenta la creatività, permette di appuntare i pensieri, contribuisce a tracciare il proprio percorso professionale e personale, come un’agenda cartacea. 

E poi, vuoi mettere il piacere rituale di sfogliarla ogni sera, rivedere le attività fatte durante la giornata e tirare le somme? 

Ci ho riflettuto un po’ e ho individuato i 5 buoni motivi per cui ha ancora senso realizzare e acquistare un’agenda cartacea

Evviva la carta

La contrapposizione tra carta e digitale è uno dei grandi temi dei nostri temi. 

Da una parte, la possibilità di scrivere, disegnare, aggiungere post-it o altri foglietti quando necessario e, dall’altra, l’opportunità di personalizzarla per distinguere i giorni e individuare subito le occasioni speciali, rendono un’agenda cartacea unica e difficilmente paragonabile a una elettronica

E poi, gli strumenti digitali sono spesso freddi e ‘puliti’, mentre un’agenda è calda, cambia un po’ ogni giorno e si costruisce sull’accumulo quotidiano delle tue esperienze.  

Creare e ricordare 

Scrivere aiuta a ricordare: la scrittura manuale è, infatti, un ottimo strumento che aiuta la memorizzazione. Scrivere e memorizzare inoltre facilitano la riflessione e l’elaborazione, e stimolano la fantasia. 

Qualsiasi attività fatta utilizzando un’agenda cartacea mette in atto un circolo virtuoso di attività che contribuiscono a migliorare il tuo lavoro e il tuo rendimento professionale. 

Stile ed eleganza  

Hai mai notato le reazioni di chi ti sta vicino quando prendi la tua agenda dalla borsa e la apri per verificare i tuoi impegni? Un’azione del genere genera stupore, attenzione, curiosità e, alle volte, ammirazione e contribuisce a caratterizzarti come una professionista elegante e con uno stile professionale ben definito. 

E, per le freelance, fare in modo che il proprio stile sia facilmente riconoscibile è fondamentale e utile per definire il proprio modo di lavorare.

Praticità e sicurezza

Un’agenda cartacea non ha bisogno, ovviamente, di un codice segreto per accedervi e nemmeno di un lucchetto, come quello che si usava per proteggere il proprio diario segreto dai curiosi.

Quando abbiamo l’agenda in borsa o nel nostro zaino da lavoro siamo sicure che è con noi, a portata di mano e sempre pronta a essere utilizzata ogni volta che ce n’è bisogno. 

Ritualità 

Ognuna di noi ha i propri rituali quotidiani. Niente di strano, si tratta di azioni che danno sicurezza e contribuiscono a mantenere un certo livello di controllo sulla frenesia della quotidianità. 

Tra i miei riti quotidiani c’è, per esempio, quello di sfogliare l’agenda. La mattina lo faccio per verificare gli impegni della giornata, la sera per controllare di aver fatto tutto, per tirare le somme lavorative e, nel caso, scrivere le mie riflessioni. 

Questo rituale lo ripeto spesso, anche settimanalmente e mensilmente: è utile per capire a che punto sono rispetto agli obiettivi che mi sono posta. 

E tu cosa preferisci: carta o digitale? 
Quali sono i motivi che ti fanno scegliere tra un’agenda digitale e una elettronica?
Condividili con la community di “Ddays, un anno da donne”.

L’agenda 2021 “Ddays, un anno da donne” è in preparazione.
Continua a seguirmi per non perderti tutte le novità del progetto.

Precedente

Successivo

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *