Ricominciare come freelance? 5 idee professionali da cui prendere spunto

L’ho detto più volte: settembre porta con sé la voglia di mettersi o rimettersi in gioco. Dopo i mesi che abbiamo passato, poi, sento molto diffuso il desiderio di sfruttare al meglio le proprie passioni e di dare un senso nuovo e diverso al proprio lavoro. 

Per questo ho pensato di raccogliere in un post alcuni suggerimenti che possono aiutarti a individuare una nuova strada e/o a perfezionare quella che stai già seguendo.  

Trasformare la propria passione in un lavoro

Sì, lo so, è più facile a dirsi che a farsi.

Ma riuscire a trasformare la propria passione in un lavoro è davvero il massimo

Non dovrebbe essere difficile conoscere le proprie passioni, è, sicuramente, difficile individuare il modo migliore per trasformarle in una professione riconosciuta e retribuita: ci vuole una buona dose di creatività condita da dedizione e tanto impegno

Ad esempio, credi di avere un occhio particolare per l’abbigliamento? Potresti proporti come personal shopper o consulente d’immagine.
Vuoi un esempio? Eccolo qua: Con cosa lo metto?

Ti piace, invece, la letteratura e, in particolare, un genere letterario? Anche in questo caso puoi sviluppare un progetto che prevede le recensioni, l’organizzazione di viaggi tematici e, ovviamente, la condivisione di risorse e contenuti con il tuo pubblico. Hai mai sentito parlare di La McMusa e del suo progetto sulla letteratura americana? 

Qualunque sia la tua passione, dovrai impegnarti per trovare il modo migliore per personalizzarla e per rendere i tuoi servizi unici ed esclusivi.  

Professional organizer 

Dopo anni passati a organizzare i tuoi appuntamenti, a ottimizzare il tuo tempo, a incastrare impegni professionali con quelli personali e dopo aver sviluppato competenze organizzative che tutti ti invidiano, potrebbe essere arrivato il momento di trasformare le abilità che hai acquisito in una professione e metterle a disposizione degli altri.  

La tua esperienza e la tua passione per l’organizzazione sono un’ottima base da cui partire. Se poi vuoi approfondire alcuni aspetti e acquisire maggiori competenze, ci sono tanti corsi on line che puoi seguire e che ti aiuteranno a capire come sviluppare al meglio il tuo nuovo progetto professionale.

Nella borsa di una personal organizer non può mancare un’agenda cartacea, ho una buona notizia per te: l’agenda 2021 “Ddays, un anno da donne” è in preparazione. 

Il gruppo delle freelance è quasi completo: unisciti a noi

Diventa una doula

Non preoccuparti se non sai cosa vuol dire la parola ‘doula’. Prima di imbattermi nel progetto “Mondo Doula”, non l’avevo mai sentita, poi ho scoperto che “La doula è una figura professionale che si occupa del sostegno emotivo e del benessere della donna e della famiglia dalla gravidanza fino al primo anno di vita del bambino.

Ci sono molte donne cui nella vita è capitato di dover prestare aiuto a persone vicine durante le fasi di travaglio e di parto o nei mesi successivi. E ce ne sono altre che vorrebbero trasformare questa loro propensione all’assistenza in una professione. Se sei tra di loro, Mondo Doula propone un progetto di crescita per trasformare questa tua attitudine in una professione.   

Consulente di benessere

Siamo tutte interessate al nostro benessere personale e a quello delle persone che ci sono vicine. Per questo ormai non lasciamo più nulla al caso e ci impegniamo ad approfondire tutti quegli aspetti che riguardano il nostro stile di vita, gli alimenti che mangiamo o i prodotti che utilizziamo per la cura del nostro corpo. Essere una consulente di benessere vuol dire formarsi con lo scopo di mettere a disposizione di un pubblico ampio le competenze che si sono acquisite. 

Se vuoi diventare una consulente di benessere Nahrin Swisscare, contattami: ti guiderò in un percorso che ti aiuterà a diventare una consulente di benessere indipendente.   

Assistente virtuale

Abbiamo scoperto negli ultimi mesi sia le gioie che i dolori dello smart working. Per chi ne ha apprezzato soprattutto le gioie e vorrebbe continuare a mantenere la libertà di lavorare, praticamente, ovunque la professione di assistente virtuale è la soluzione più adatta. Si tratta di una professione ancora poco diffusa in Italia, per questo ti suggerisco di consultare “Assistenti virtuali”, il primo sito in italiano che se ne occupa in maniera professionale e che propone percorsi formativi mirati. 

Sicuramente, ci aspettano ancora molti cambiamenti nei prossimi mesi, farsi trovare pronte ti aiuterà a fare la differenza.   

Vuoi che il 2021 segni davvero un cambiamento professionale? Inizia a riflettere su quali sono le passioni e le attitudini su cui vuoi puntare e inizia a pianificare il tuo percorso di crescita professionale.

Se, poi, vuoi che il 2021 sia davvero unico partecipa al progetto “Ddays, un anno da donne”. Compila il form e contattami per maggiori informazioni. 

Alla prossima!

Precedente

Successivo

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *